Istanbul

Istanbul è un ricamo dal gusto orientale, fatto di curve e rifinito con l’oro. Tondeggianti sono le cupole delle moschee, tonde sono le piazze, le fontane, la torre di Galata che si scorge da lontano, là, oltre il fiume.

Rotonda diviene la bocca del muezzin quando recita le sue preghiere, quando canta negli altoparlanti il suo Credo, svegliando il fedele addormentato. È una città che abbraccia il visitatore, lo avvolge nel suo manto fatto di strade, di bazar chiassosi e profumati di spezie, dove smarririsi si trasforma in un autentico piacere per gli occhi, le orecchie, la bocca.


Camminando lungo le vie principali della città sarà inevitabile essere fermati e invitati dai camerieri a sedersi in qualche piccolo caffè. Dentro potrete vedere vecchi con i turbanti che giocano a scacchi o a dama, potrete gustare un bicchiere di the caldo o di caffè turco e provare il sapore fruttato della miscela del narghilè. 


Istanbul ha molti modi per sorprendere il visitatore, ma forse l’immagine più bella che possa regalarvi è quella del volo dei gabbiani sopra le guglie della moschea blu, il suono del loro garrito che si fonde con la voce un po’ metallica del muezzin che prega e il ticchettio dell’acqua con cui i fedeli di lavano mani, piedi e testa prima di entrare a pregare. 


Se per molti Istanbul rappresenta una finzione tutta occidentale, fidatevi quando vi dico che non vi è artificio alcuno negli spaccati d’oriente che vedrete volgendo gli occhi al cuore della quotidianità che anima le vie di questa città nello stesso modo da secoli.


Esposizioni a confronto
Uno dei quadri della personale di Carla Bruschi
"Un'inquieta sernità del visibile", la mostra curata dal Critico d'Arte Lorenzo Bonini alla Umanitaria di Milano
Paesaggio N.8, acquarello su cartoncino, 36x51 cm, 2015
Tanto più forte l'arte imita la vita, quanto più forte la vita imita l'arte.
danseur blanc I, pastello bianco su cartoncino 35x50, 2016, Canosso
La bellezza di un corpo, che innocente, balla al chiaro di luna
Dimensioni 24x32 cm, acquarello su carta, 2013.
Il maestro John Picking esporrà le sue opere alla Casa delle Culture durante tutto il mese di Giugno.
Le opere di Vincenzo Dazzi per i bambini di Gaza
28 marzo 2018
Domenica, 4 Febbraio, alle 17.00, presso la Casa delle Culture, si svolgerà la Festa del Tesseramento ARCI 2018.
Presentazione del libro Capire il Corano alla Casa delle Culture (Acquedolci)