Muore Carrie Fisher, la principessa Leila di Star Wars.

Si spegne, all'età di 60 anni, la principessa più famosa della galassia, ossia la principessa Leila di Star Wars, magistralmente interpretata da Carrie Fisher.

Carrie Fisher con una guardia imperiale

Carrie Fisher con una guardia imperiale

Secondo le fonti del magazine People, che riporta quanto dichiarato dalla famiglia dell'attrice, Carrie Fisher, che da anni viveva a Los Angeles, si sarebbe spenta alle 8.55 di questa mattina in seguito ad un infarto, che già lo scorso 23 dicembre, durante un volo aereo che da Londra la portava a Los Angeles, l'aveva messa in gravi condizioni di salute.

Figlia dell’attrice Debbie Reynolds e del cantante Eddie Fisher , Carrie che approda nel mondo del cinema  con "Shampo"  nel 1975, conquista la grande popolarità  nel 1977 con il ruolo della principessa Leila in Star Wars.
Un ruolo indimenticabile, che la riporta sul grande schermo con Episodio VII nel 2015 e, in versione digitalizzata, in Rogue One, ora nella sale.
Muore una donna, Carrie Fisher, amatissima madre, ma resta viva la Star, la principessa Leila, che di stella in stella saprà far innamorare di se chissà quante altre generazioni future.

Carrie Fisher

Carrie Fisher

Esposizioni a confronto
Uno dei quadri della personale di Carla Bruschi
"Un'inquieta sernità del visibile", la mostra curata dal Critico d'Arte Lorenzo Bonini alla Umanitaria di Milano
Paesaggio N.8, acquarello su cartoncino, 36x51 cm, 2015
Tanto più forte l'arte imita la vita, quanto più forte la vita imita l'arte.
danseur blanc I, pastello bianco su cartoncino 35x50, 2016, Canosso
La bellezza di un corpo, che innocente, balla al chiaro di luna
Dimensioni 24x32 cm, acquarello su carta, 2013.
Il maestro John Picking esporrà le sue opere alla Casa delle Culture durante tutto il mese di Giugno.
Le opere di Vincenzo Dazzi per i bambini di Gaza
28 marzo 2018
Domenica, 4 Febbraio, alle 17.00, presso la Casa delle Culture, si svolgerà la Festa del Tesseramento ARCI 2018.
Presentazione del libro Capire il Corano alla Casa delle Culture (Acquedolci)