ARTE FIERA Bologna: i suoi primi quarant'anni

Serata inaugurale con Lindsay Kemp a ricordare il grande David Bowie questo pomeriggio a Bologna, apertura di Arte Fiera e delle Mostre correlate da domani, 29 gennaio.

Andy Ness, Diminutive Apocalypse II, 2013-2014, Mixed Media on Paper, 160x150 cm. Galleria Studio d'Arte Raffaelli ©

Arte Fiera Bologna apre questa settimana la sua quarantesima edizione. Per celebrare questo importante anniversario tantissime sono le iniziative che sono state intraprese

Due mostre, curate dai direttori artistici di Arte Fiera stessa, intitolate Arte Fiera 40, racconteranno questi primi 40 anni del Salone Internazionale dell’Arte Moderna e Contemporanea, e offriranno uno sguardo sui prossimi quarant’anni.

Le mostre saranno divise in due location: la Pinacoteca Nazionale di Bologna, dove viene presentato uno “Sguardo delle Gallerie sulla Grande Arte Italiana”, con l’esposizione, frutto di una ricerca oggettiva sui numeri e le date dei passati quarant’anni, di opere degli artisti maggiormente rappresentati e, dunque, venduti, nelle passate edizioni: Burri, Carla Accardi, Afro, Vincenzo Agnetti, De Chirico, Dadamaino, De Pisis, Mimmo Paladino, Michelangelo Pistoletto, Mario Sironi, Sissi, Mario Schifano, Grazia Dalla Vedova, per citarne alcuni.

Una rassegna che prende i considerazione gli anni dal periodo di Morandi agli anni Duemila, ovviamente tenendo presente che, se per il passato si possono ormai chiamare grandi Maestri, più ci si avvicina al presente più si deve parlare di artisti di ormai apprezzato e riconosciuto valore che probabilmente diverranno i Maestri in un futuro prossimo.

Un comitato è stato incaricato, per questa mostra, di selezionare gli artisti Under 40 da affiancare ai grandi maestri.

La seconda location è il MAMbo di Bologna, il Museo di Arte Moderna, che esporrà al grande pubblico una selezione di opere acquisite nelle scorse edizioni da BolognaFiere, tramite Arte Fiera stessa, che ha creato una propria collezione in questo modo. La selezione si limiterà all’esposizione di grandi maestri degli anni Settanta, affiancata da alcuni artisti ormai di fama internazionale che hanno cominciato negli anni Novanta e da alcuni emergenti, per sottolineare l’importanza della sperimentazione e della ricerca.


Chiara Dynys, Poisoned Flowers, 2014, Plexiglas, Lenticolare, 65x85x10 cm., Courtesy Galleria Hollenbach, Stuttgart. ©

Chiara Dynys, Poisoned Flowers, 2014, Plexiglas, Lenticolare, 65x85x10 cm., Courtesy Galleria Hollenbach, Stuttgart. ©

La kermesse aprirà oggi, 28 gennaio (l’inizio della fiera è previsto per domani, 29 gennaio), con uno spettacolo di Lindsay Kemp, omaggio al grande David Bowie, scomparso da poco più di due settimane, icona pop ma anche grande collezionista di arte di ogni epoca, dall'arte antica alla contemporanea. Lindsay Kemp, coreografo, mimo, ballerino e maestro di David Bowie, che con lui lavorò per costruire il suo Ziggy Stardust, sarà sul palco alle 17,15 per un dialogo su Bowie, seguito da un medley dei brani famosi della rockstar eseguiti al pianoforte.

Accanto ad ArteFiera si apre anche la manifestazione cittadina ART CITY Bologna, in un’edizione speciale a sua volta, per affiancare il quarantesimo anniversario di ArteFiera.

Moltissime le iniziative, oltre settanta, sparse per la città di Bologna, quarantasei sedi aperte al pubblico con ingresso gratuito o a ingresso ridotto, per chi è in possesso del biglietto per Arte Fiera, fra queste possiamo segnalare David Adika a Casa Morandi, Luca Lanzi alle Collezioni Comunali d’Arte, Andrea Salvatori al Museo Davia Bargellini e Alberto Tadiello al Museo internazionale e biblioteca della musica.

Tra gli eventi speciali che celebrano questo importante anniversario, sono proposte anche attività specifiche per famiglie e bambini, per ART CITY Children, curate dal Dipartimento educativo MAMbo, per avvicinare il pubblico dei più giovani ai linguaggi dell’arte contemporanea attraverso  divertenti esperienze creative ed educative come laboratori, letture e visite animate.

Negli spazi della Galleria Cavour sarà proposta una mostra personale di Andy Warhol, una retrospettiva dal titolo Andy Warhol. Ladies and Gentlemen 1975 – 2016, che ripercorre tutti I temi e I mood del grande artista statunitense.

Fra le mille proposte, segnaliamo anche affianca l'offerta espositiva del museo la mostra Cinetica Zagnoli Elettrica, della quale le protagoniste sono una serie di sculture mobili nate dall’incontro tra le illustrazioni di Olimpia Zagnoli e i makers di The FabLab di Milano, visibile negli spazi del corrainiMAMbo artbookshop.

 

Ulteriori informazioni sono disponibili sui siti ufficiali delle due manifestazioni,

www.bolognagendacultura.it

https://www.artefiera.it
https://twitter.com/artefiera
https://www.instagram.com/artefiera_bologna/

Arte Fiera 2016 si terrà a #Bologna dal 29 gennaio al 1° febbraio, presso BolognaFiere, e verrà inaugurata il 28 gennaio con un omaggio a DavidBowie: uno spettacolo

Esposizioni a confronto
Uno dei quadri della personale di Carla Bruschi
"Un'inquieta sernità del visibile", la mostra curata dal Critico d'Arte Lorenzo Bonini alla Umanitaria di Milano
Paesaggio N.8, acquarello su cartoncino, 36x51 cm, 2015
Tanto più forte l'arte imita la vita, quanto più forte la vita imita l'arte.
danseur blanc I, pastello bianco su cartoncino 35x50, 2016, Canosso
La bellezza di un corpo, che innocente, balla al chiaro di luna
Dimensioni 24x32 cm, acquarello su carta, 2013.
Alla Casa delle Culture si svolge Sabato 14 Ottobre la Giornata del Contemporaneo
Inaugurazione Domenica 8 Ottobre 2017 ore 18.00 - Casa delle Culture
La giovanissima Giulia Falci espone la sua prima personale alla Casa delle Culture
ACM ha aderito al progetto del Comune di Capo d'Orlando intitolato Orlando Arte. Agosto 2017