Villa Bagatti Valsecchi: con l’eredità di Expo, l’arte può salvare l’arte

Nella prestigiosa Villa Bagatti Valsecchi, a Varedo, è stata ospitato l’evento EXPO ARTE ITALIANA , curato dal professor Vittorio Sgarbi per Regione Lombardia, un evento che ha visto in mostra grandi opere dell’arte contemporanea. Da questo evento ora nasce un'idea innovativa per il recupero degli spazi monumentali.

La villa, una dimora nobiliare appartenuta alla famiglia Bagatti Valsecchi, versa oggi in uno stato di conservazione precario, dopo essere stata per decenni in stato di abbandono e di incuria, ed è da qualche anno gestita dalla Fondazione La Versiera 1718, che ha lo scopo di salvare, recuperare e restaurare la villa e il suo immenso parco storico. Si tratta di un’opera ciclopica, sia per le dimensioni della villa e del parco, sia per lo stato in ci la villa si è venuta a trovare negli anni di abbandono.

Tuttavia, la villa rappresenta un patrimonio storico-artistico, nonché paesaggistico, per quanto priva dei suoi arredi e dei contenuti di un tempo, immenso, per il territorio brianzolo.

 

L’aver ospitato un evento della portata di EXPO ARTE ITALIANA è stato un primo passo verso l’obiettivo dichiarato di riportare in vita, valorizzare e raccogliere fondi per restaurare la dimora e il suo parco.

 

 Durante Expo, Villa Bagatti Valsecchi ha ospitato con grande successo Expo Arte Italiana, un bando di concorso che ha visto tra i partecipanti centinaia di scultori, pittori e fotografi tra cui sono stati selezionati dalla giuria presieduta da Vittorio Sgarbi, 100 artisti che in questi mesi hanno esposto le opere fra altre di autori già affermati.

Il 22 Novembre, sono stati proclamati i 15 vincitori del concorso che hanno donato i loro lavori alla Fondazione” spiega Maurizio Riva, il presidente del CdA”

- Qual’è lo scopo della donazione?

L’accordo è che noi cercheremo di vendere le opere e il ricavato verrà diviso a metà; la nostra parte sarà destinata al restauro della “Baltresca”, quattrocentesca loggia le cui colonnine provengono dalla torre campanaria del chiostro di Sant’Erasmo a Milano e posta dagli architetti Bagatti Valsecchi sul tetto della dimora nobiliare.

Il fatto singolare che in questi giorni sta avvenendo è che, oltre ai vincitori del bando di concorso, molti altri artisti selezionati hanno accettato di mettere a disposizione le loro opere per la nostra impresa, anzi alcuni di loro ce le stanno regalando, nella speranza che la Villa possa rinascere.

E’ questa una gara di generosità che non ci lascia insensibili, a cui vogliamo rispondere con l’impegno di cercare il “tutto esaurito” per la vendita.

Ci proveremo, e questo fin da subito, a partire dal 13 dicembre, quando alle 16.00 ci troveremo in Villa per inaugurare l’esposizione e partire con l’iniziativa, anzi se qualcuno per Natale volesse regalare un po’ di arte certificata dal Prof.  Vittorio Sgarbi e, allo stesso tempo concorrere a restaurare un bene storico unico, questa sarà la prima occasione .”

-E dopo il 13 dicembre?

Molte saranno le sorprese, comunque le opere saranno vendibili in ogni manifestazione che organizzeremo l’anno prossimo, e sono a disposizione del pubblico on-line sulle testate Dossier Cultura.it e Quibrianza.it. “

 

Insomma, nel caso dell’arte, i benefici di Expo sono ancora possibili, e questo grazie all’aiuto degli artisti del nuovo millennio che mettono a disposizione le opere nate dalla loro creatività per salvare il bene architettonico di un altro millennio.

 

E chi volesse acquistare una delle opere donate dagli artisti non solo si troverebbe con un’opera d’arte contemporanea selezionata e certificata dal professor Sgarbi in casa o in ufficio, o da donare alla persona prescelta, ma contribuirebbe a finanziare una parte del restauro indispensabile per restituire la villa Bagatti Valsecchi al suo originario splendore.

Questo Natale regala l’arte, regala un'emozione, regala un tassello per il restauro della Baltresca!

Il primo appuntamento sarà il 13 dicembre alle ore 16 presso la villa stessa, a Varedo

 

Per chi desidera altre informazioni dell’evento il riferimento mail è:

info@villabagattivalsecchi.it 

 

 

3 commenti

FABIO :
Buon giorno, sono interessato alle prossime date per eventuale acquisto opere Expo arte. In attesa gentile riscontro Saluti F. Marini | lunedì 21 dicembre 2015 12:00 Rispondi
Silvia :
Qui di seguito trova alcune delle opere che erano state esposte in Villa in occasione dell'evento EXPOArte italiana, con i relativi dettagli e prezzi. Al momento non sono previste date di apertura per l'esposizione, ma la villa rimane a disposizione degli interessati, per cui se desidera vederle per un eventuale acquisto, basta che contatti la fondazione Versiera, ente che gestisce la villa, e si accordi per un appuntamento per visionare le opere. http://artforart.quibrianza.com/le-opere/index.html Fondazione La Versiera 1718 La ringrazio per l'interesse dimostrato Cordiali saluti | giovedì 28 gennaio 2016 12:00 Rispondi
Danilo :
Salve vorrei acquistare il catalogo della mostra dal titolo "Expo arte italiana" a cura di Vittorio Sgarbi. Potreste indicarmi un link e o sito dove poter effettuare l'acquisto? Grazie | lunedì 09 maggio 2016 12:00 Rispondi
Esposizioni a confronto
Uno dei quadri della personale di Carla Bruschi
"Un'inquieta sernità del visibile", la mostra curata dal Critico d'Arte Lorenzo Bonini alla Umanitaria di Milano
Paesaggio N.8, acquarello su cartoncino, 36x51 cm, 2015
Tanto più forte l'arte imita la vita, quanto più forte la vita imita l'arte.
danseur blanc I, pastello bianco su cartoncino 35x50, 2016, Canosso
La bellezza di un corpo, che innocente, balla al chiaro di luna
Dimensioni 24x32 cm, acquarello su carta, 2013.
Alla Casa delle Culture si svolge Sabato 14 Ottobre la Giornata del Contemporaneo
Inaugurazione Domenica 8 Ottobre 2017 ore 18.00 - Casa delle Culture
La giovanissima Giulia Falci espone la sua prima personale alla Casa delle Culture
ACM ha aderito al progetto del Comune di Capo d'Orlando intitolato Orlando Arte. Agosto 2017