Sangue Avorio

Sangue avorio; tra i più drammatici colori, che oggi dipingono l'Africa.
Tristemente, però, questo dipinto non è funzionale a rimanere nella storia dell'arte. Questo tragico dipinto è piuttosto funzionale a palesare come, la crescita della classe media Cinese, abbia portato ad uno spaventoso incremento della domanda di avorio, che tra il 2009 e il 2012, ha visto l'uccisione, da parte dei bracconieri, di 100mila esemplari, più di 30 mila ogni anno.

Oggi, l'epicentro di questa drammatica strage, si concentra per lo più in Africa orientale. Basti pensare, che solo in Tanzania, la popolazione di pachidermi è scesa del 60%: da 110 mila a 44 mila e mentre i locali, per una sporca dozzina di dollari, compiono questi efferati massacri, "per qualche dollaro in più" - qui la citazione a Sergio Leone è funzionale a sottolineare l'atto criminoso - la maggior parte dell'avorio finisce in Asia, dove un paio di bacchette, di qualche virtuoso buongustaio, arriva a costare oltre i 1.000 dollari.
Questo uno dei tanti ritratti, che continua ad assillare l'Africa.
Questa una delle tristi realtà, a cui è necessario far fronte al fine di salvaguardare il nostro pianeta.
(Foto e testo Massimo Chisari)
Esposizioni a confronto
Uno dei quadri della personale di Carla Bruschi
"Un'inquieta sernità del visibile", la mostra curata dal Critico d'Arte Lorenzo Bonini alla Umanitaria di Milano
Paesaggio N.8, acquarello su cartoncino, 36x51 cm, 2015
Tanto più forte l'arte imita la vita, quanto più forte la vita imita l'arte.
danseur blanc I, pastello bianco su cartoncino 35x50, 2016, Canosso
La bellezza di un corpo, che innocente, balla al chiaro di luna
Dimensioni 24x32 cm, acquarello su carta, 2013.
Alla Casa delle Culture si svolge Sabato 14 Ottobre la Giornata del Contemporaneo
Inaugurazione Domenica 8 Ottobre 2017 ore 18.00 - Casa delle Culture
La giovanissima Giulia Falci espone la sua prima personale alla Casa delle Culture
ACM ha aderito al progetto del Comune di Capo d'Orlando intitolato Orlando Arte. Agosto 2017